Accadeva oggi: l’ultimo video di Freddie Mercury

Accadeva oggi: l’ultimo video di Freddie Mercury

Accadeva oggi, 30 maggio 1991. Nello studio di Montreaux Freddie Mercury registrava il video di These Are The Days Of Our Lives (Innuendo).

Sei mesi dopo ci avrebbe lasciato. La stampa non sapeva delle condizioni di salute di Mercury ed il video fu pubblicato dopo la sua morte anche per questo. La condizione fisica è evidente e per nasconderla un minimo venne usato il bianco e nero.

accadeva oggi
Img tratte dal video, img firma Pinterest

Gli spezzoni a colori che ci ha regalato sono girati proprio per ammettere, in un certo senso, e documentare la propria malattia.

Img by Pinterest

Sarà l’ultima volta che vedremo i Queen tutti e quattro assieme, prima che il video termini con il primo piano di Freddie Mercury che sembra quasi dare il suo personale addio: I still love you.

Altre curiosità

Andiamo indietro nel tempo, fino al 1975. “I’ll be there at your side to remind you how I still love you (I still love you)”. Così recita Love Of My Life. Ma in diverse canzoni dei Queen si può intravedere una sorta di richiamo, come fosse l’anticipo del suo testamento finale, e considerando la cosa con il senno di poi, Mercury già sapeva di essere malato.

accadeva oggi
Img by Pinterest

Certo non è stata la sua ultima canzone. L’ultima canzone è stata Mother Love (Made in Heaven), completata da Brian May e l’ultima apparizione in pubblico è avvenuta al Brit Award, il 18 febbraio 1990 davanti ad un pubblico senza parole. I Queen dovevano ritirare il premio alla carriera, evento dopo il quale Mercury si ritirò alla Garden Lodge (Londra). Giustificò pubblicamente questo ritiro improvviso con il fatto che “a 40 anni non si può saltare e cantare su un palco indossando una calzamaglia”.

Ciò che accadde da quel 18 febbraio 1990 e che non viene citato in questo “accadeva oggi”, resta nella memoria di chi ha amato questo gruppo e soprattutto ha amato quel grandissimo Frontman che era Freddie Mercury.

Compresa la memoria di chi scrive. Ma del resto, Who Wants To Live Forever?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *