Allo specchio siamo più belli che in foto? ecco il perché

Allo specchio siamo più belli che in foto? ecco il perché

Ci guardiamo allo specchio e ci piacciamo poi ci vediamo in una foto, scattata magari lo stesso giorno, e realizziamo che siamo più belli nel riflesso piuttosto che davanti all’obiettivo.

Chiunque, almeno una volta nella vita, si è chiesto il perché.

Immagine allo specchio vs foto

Oggi il selfie è all’ordine del giorno. Da soli o in compagnia, si scattano foto per immortalare qualsiasi cosa. I social sono ormai gli specchi della vita di tutti ed il cellulare è diventato un accessorio indispensabile.

Tutto procede benissimo, in una giornata qualsiasi ci guardiamo allo specchio e ci piacciamo. Tanto che, quasi quasi, ci scattiamo un selfie, con tanto di posa studiata. E se non viene benissimo, poco male. Ecco subito una app a correre in aiuto per un perfetto editing.

Poi succede che durante la giornata qualcuno scatta altre foto, magari anche con una macchina fotografica, e quando le condivide (taggandoci), oppure quando semplicemente le vediamo, trasaliamo: ma questo/a non sono io! oppure ma sono bruttissimo/a! e ancora ma sono veramente così?!

E qui sorge il dilemma: gli altri mi vedono così come sono in foto oppure come mi vedo allo specchio?

Perché allo specchio siamo più belli che in foto

La risposta è: come siamo in foto.

Il motivo è semplice e risiede nella nostra testa. Quando ci guardiamo allo specchio, quello che vediamo è la nostra immagine nel complesso. I difetti che possiamo notare, i dettagli, sono approssimativi.

Prendiamo per esempio il naso. E’ naturalissimo, nonché spontaneo, inclinare o muovere la testa per vedere il profilo, sia pure parzialmente. In quel momento il nostro cervello “aggiusta” l’immagine che vede, finché non la “approviamo”.

Anche quando abbiamo la classica giornata “storta” e quello che vediamo riflesso non ci piace a priori.

Fateci caso, quante volte, ad esempio, davanti allo specchio cambiate profilo o espressione, magari sorridendo, finché non vi piace quello che vedete?

Il discorso vale anche per le eventuali asimmetrie del nostro aspetto.

Siamo talmente abituati a guardarci che la familiarità con il nostro riflesso gioca un ruolo determinante sulla realtà di esso, filtrando anche la propria obiettività autocritica.

In una foto tutto ciò non può accadere. Quella che viene immortalata è la spontaneità del momento. Senza “aggiustamenti”, senza pose studiate.

Certo, potrebbe accadere anche il contrario. Trovarci più belli in foto che allo specchio. E questo dipende da tanti fattori. Per esempio la luce e l’esposizione. Oppure semplicemente dalla bravura di chi scatta la foto, nel saper immortalare l’immagine migliore del soggetto.

– Postilla –

Le immagini presenti in questo articolo sono tratte da risorse gratuite. Credits img in copertina: Lisa Fotios, BEP, Wokandapix.
Laddove qualcuno dovesse ritenere violato il proprio copyright, basterà contattarmi e provvederò a rimuovere l’immagine o ad attribuire i credits insufficienti.
Testo by IlPumoGiallo©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.