Come dormire meglio nelle notti estive, qualche consiglio

Come dormire meglio nelle notti estive, qualche consiglio

Come dormire meglio nelle notti estive, quando l’afa non dà tregua e svegliarsi sudati è prassi?

L’estate è bellissima, sicuramente, anche se le misure post quarantena ce la fanno sudare più del sole cocente.

Per chi vive o va in vacanza in zone di montagna o di mare, il problema può essere mitigato. Per chi invece, come la sottoscritta, è bloccata in una città come Roma, sa benissimo quanto l’afa estiva possa diventare, in alcune giornate, più soffocante del retro di una panetteria.

Come dormire meglio nelle notti estive, consigli

Aria condizionata e deumidificatore:

  • Aria condizionata.

La soluzione più efficace, senza dubbio! Tuttavia non è esente da rischi. Il modo migliore per evitare problemi poco piacevoli è di usare qualche accortezza:

Accendetela prima di andare a dormire e impostate una temperatura che sia inferiore a quella esterna di almeno 6 o 7 gradi. Poiché, per natura, la temperatura corporea si abbassa durante il riposo, creerete un clima ottimale. Durante la notte dovreste spegnerla ma, ammettiamolo, svegliarsi appositamente potrebbe interrompere un sonno beato. Per evitarlo, impostate il timer del condizionatore. Nel caso non riusciste a svegliarvi, ricordate di sparare il getto di aria verso l’alto. E soprattutto di pulire regolarmente i filtri, per evitare allergie et similia.

  • Deumidificatore.

Ci sono dei condizionatori che funzionano anche come deumidificatore, altrimenti acquistarne uno non è una cattiva idea.

Oltre a deumidificare (e consumare meno), depurano l’aria. Certo, non la raffreddano ma ne diminuiscono la temperatura rendendola indubbiamente più sopportabile.

Rimedio vecchio stile ma sempre efficace:

L’intramontabile:

  • Ventilatore.

C’è chi non ama l’aria condizionata e preferisce il caro buon vecchio ventilatore. Ma anche questo ha i suoi pro e i suoi contro e ne ho parlato qui: ♠️ Pro e contro del ventilatore di notte ♠️.

Anche in questo caso, qualche accortezza.

Tenete pulite le ventole e la stanza in cui lo collocate e non sparatevelo fisso addosso ma impostate la rotazione, per dirigere l’aria in tutta la camera. Non impostate la velocità massima e spegnetelo ad una certa. Oppure, come per il condizionatore, impostate il timer.

Ricordo che ai tempi universitari io e la mia coinquilina lo usavamo parecchio. In quei giorni soprattutto in cui l’asfalto romano sembrava liquefarsi e si appiccicava alle suole.

Per refrigerare un po’ l’aria che emetteva, ci avevamo messo davanti una bacinella con del ghiaccio. In effetti funzionava! L’effetto non era certo eterno ma aveva il suo perché! Un trucchetto (da nerd): se aggiungete del sale al ghiaccio, questo diventerà ancora più freddo!

Altri consigli per dormire meglio d’estate

Non tecnologici ma efficaci:

  • Fate entrare meno calore nella stanza (ed in casa in generale).

Se avete balconi nella stanza in cui dormite, posizionate delle piante alte. Bloccheranno la luce solare filtrandola.

Sembra banale ma stendere il bucato bagnato davanti alla finestra o portafinestra che volete schermare dal sole aiuta parecchio!

Mettete delle tende chiare. Le tende scure assorbono maggiormente la luce e di conseguenza il calore.

Chiudere le persiane o le serrande durante il giorno. E magari appendeteci davanti dei fogli o panni bagnati, così che l’aria in entrata ci passi attraverso.

Tenete spenti computer e tutti i dispositivi che da accesi generano calore. Anche le lampadine che non siano a LED (se ancora ne circolano).

  • Tenete fresco il corpo.

Fate una bella doccia calda (non bollente eh altrimenti ciao pressione) prima di andare a letto. Il corpo avvertirà maggiormente la sensazione di fresco senza abbassare bruscamente la propria temperatura corporea (cosa che avviene con la doccia fredda).

come dormire meglio nelle notti estive
FonteEmma Stone in “Easy A” (2010)

Indossate indumenti larghi e traspiranti. Paradossalmente la pelle scoperta avverte maggiormente il calore.

Utilizzate allo stesso modo lenzuola di materiali traspiranti, come cotone ma anche bambù.

– Postilla –

Le immagini presenti in questo articolo sono tratte da Pinterest. Laddove qualcuno dovesse ritenere violato il proprio copyright, basterà contattarmi e provvederò a rimuovere l’immagine o ad attribuire i credits insufficienti.

Immagine di copertina (ragazza nel frigo): fonte
Immagine di copertina (gatto e ventilatore): fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *