Muore a 5 mesi grazie allo Stregone. Fantasia vs realtà

Muore a 5 mesi grazie allo Stregone. Fantasia vs realtà

Muore a 5 mesi grazie allo Stregone. Penserete che si tratti di un film. Uno scherzo o comunque una fesseria. E invece è vero.

Img by Pexels

Accade nella Repubblica Dominicana. Una famiglia si rivolge ad uno Stregone haitiano, preoccupata per il Coronavirus, e questo fornisce loro un rimedio ovvero una pozione, che dovrebbe servire a proteggerli dal virus (e anche da altre malattie e dal malocchio). Si tratta di bere un preparato a base di sangue di tartaruga.

Il motivo per cui la bambina muore a 5 mesi

Gli sciagurati genitori somministrano la pozione alla figlia di soli 5 mesi, alla sorella di 7 anni e la bevono anche loro. Risultato: la bambina di 5 mesi muore ancora prima di arrivare in ospedale, sorella e genitori vengono ricoverati al Rosa Duarte di Comendador.

muore a 5 mesi

Tutto ciò sarebbe avvenuto domenica scorsa (24 maggio) ma la notizia è arrivata il martedì. I familiari della bambina di 5 mesi versano in condizioni serie ma sembra siano stabili.

Il direttore dell’Ospedale, Dahiana Volquez, sembra dare l’impressione di essere abituata a questi “incidenti”. Che sia colpa della disinformazione o dell’ignoranza o di tutto quello a cui ci si vuole appigliare per imputare una colpa, fatto è che c’è ancora gente che crede alla utilità e alla efficacia di questi “rimedi”. E soprattutto c’è chi li dispensa.

Io aggiungo, non è questione di culture, perché anche in Italia c’è chi si affida a gente che dichiara di poter “guarire” con metodi non convenzionali.

Personalmente lo trovo aberrante. Perché giocare con le sofferenze di una persona che, evidentemente, non sa più a che speranza appigliarsi, solo per scopo di lucro, è crudeltà cinicamente pura.

Ma questo è un altro discorso.

muore a 5 mesi
Img by Pexels

Altri rimedi potenzialmente mortali

Per tornare alla Repubblica Dominicana, L’aprile 2020 ha registrato tantissimi altri decessi ed un certo numero di avvelenamenti. La causa è un prodotto (venduto illegalmente) artigianale e clandestino che proteggerebbe dal Coronavirus: il Clerén.

Trattasi di una bevanda alcolica simile al rum, di qualità molto bassa, che il Governo Dominicano ritiene non adatta al consumo ma al contrario consumata tantissimo durante il periodo di quarantena.

Il perché sia vietata è semplice: è fatale. Basti dire che contiene metanolo per il 50%.

Fonte da cui ho appurato la notizia: Listìn Diario

Postilla

Le immagini presenti in questo articolo sono state tutte tratte dal Web (Credits nell’immagine stessa). Laddove qualcuno dovesse ritenere violato il proprio copyright, basterà contattarci e provvederemo a rimuovere l’immagine o ad attribuire i credits.

Dicci quanto ti è piaciuto questo post!
[Totale: 0 Media: 0]
Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *