102 views 6 min 0 Comment

Secondi piatti natalizi tipici dello Stivale, viaggio tra i sapori d’Italia

- Novembre 10, 2023

In questo articolo vi presentiamo i secondi piatti tipici natalizi nelle regioni dello Stivale. Uno per il nord, uno per il centro e uno per il sud. Pronti/e? Andiamo!

Secondi piatti natalizi tipici del Nord Italia: il Bollito

Secondi piatti natalizi tipici
Bollito misto alla piemontese – credits

Ingredienti:

Per il bollito:

  • 1 kg di carne da bollito (ad esempio, manzo, cappone, gallina)
  • 2 carote
  • 2 cipolle
  • 2 coste di sedano
  • 1 porro
  • 1 prezzemolo
  • Sale q.b.
  • Pepe nero in grani q.b.

Per il contorno:

  • Patate
  • Mostarda di Cremona o salsa verde

Procedura:

Inizia preparando il brodo per il bollito. In una pentola grande, metti la carne da bollito e coprila con acqua fredda. Porta ad ebollizione, quindi scola l’acqua per rimuovere eventuali impurità che affiorano. Quindi aggiungi nuovamente acqua fredda, che copra completamente la carne.

Aggiungi le carote, le cipolle, le coste di sedano, il porro e il prezzemolo alla pentola. Aggiungi anche alcuni grani di pepe nero in grani. Lascia cuocere il tutto a fuoco medio-basso per circa 2-3 ore o fino a quando la carne è tenera.

Nel frattempo, prepara le patate come contorno. Puoi bollirle nello stesso brodo del bollito durante l’ultima mezz’ora di cottura.

Quando la carne è cotta, togli tutto dalla pentola e tieni da parte il brodo. Affetta la carne a fette sottili.

Servi il Bollito caldo, accompagnato da patate bollite e condito con la Mostarda di Cremona o la salsa verde.

Il Bollito è un piatto natalizio del Nord Italia che rappresenta una tradizione culinaria ricca e apprezzata, perfetta per una festa natalizia memorabile, da abbinare a un buon Barolo. E il giorno dopo si può riutilizzare per fare delle ottime polpette!

📍LEGGI ANCHE:  Albero di Natale 2022: viva il minimal e il naturale

Secondi piatti del Centro Italia: Baccalà alla Livornese

Secondi piatti natalizi tipici
Baccalà alla livornese – credits

Ingredienti:

  • 800 g di baccalà secco (già ammollato e privato delle spine)
  • 500 g di pomodori pelati (o pomodori freschi pelati)
  • 2 spicchi d’aglio, tritati finemente
  • 1 peperoncino rosso fresco (facoltativo), tritato
  • 1 cipolla media, tritata
  • 1/2 tazza di olio d’oliva extravergine
  • 1/2 tazza di vino bianco secco
  • Prezzemolo fresco, tritato
  • Sale e pepe nero q.b.

Procedura:

Prima di iniziare, assicurati di avere già ammollato il baccalà in acqua fredda per almeno 24 ore, cambiando l’acqua diverse volte per rimuovere il sale in eccesso. Dopo l’ammollo, sciacqua il baccalà sotto acqua corrente e asciugalo con cura.

Taglia il baccalà a pezzi di dimensioni uniformi, quindi mettili da parte.

In una padella capiente, scalda l’olio d’oliva extravergine a fuoco medio. Aggiungi l’aglio tritato, la cipolla e il peperoncino (se lo desideri) e soffriggi finché diventano dorati e aromatici.

Aggiungi i pomodori pelati e il vino bianco. Lascia cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti o finché il sugo si è addensato leggermente. Regola di sale e pepe a piacere.

Aggiungi i pezzi di baccalà nella padella con il sugo e cuoci a fuoco medio-basso per circa 15-20 minuti o finché il baccalà diventa tenero e si sfalda facilmente con una forchetta.

Durante la cottura, aggiungi il prezzemolo fresco tritato e mescola bene.

Quando il Baccalà alla Livornese è pronto, trasferiscilo in un piatto da portata. Puoi guarnirlo con ulteriore prezzemolo fresco tritato e un filo d’olio d’oliva extravergine.

Il Baccalà alla Livornese è un piatto ricco e saporito che cattura i sapori della costa italiana e può essere un’ottima scelta per un pranzo natalizio speciale. Vino consigliato: Vernaccia di San Gimignano.

📍LEGGI ANCHE:  Albero di Natale capovolto, insolito e modaiolo!

Secondi piatti natalizi tipici del Sud Italia: Agnello al Forno con Patate alla Leccese

Secondi piatti natalizi tipici
Agnello al forno con patate – fonte

Ingredienti:

  • 1,5 kg di cosciotto di agnello (preferibilmente da latte, o altre parti dell’agnello a tua scelta)
  • 1,5 kg di patate, pelate e tagliate a cubetti
  • 4 spicchi d’aglio, tritati finemente
  • 1 limone, la scorza grattugiata
  • 2 cucchiai di rosmarino fresco tritato
  • 1/2 tazza di olio d’oliva extravergine
  • Sale e pepe nero q.b.

Procedura:

Preriscalda il forno a 180°C.

In una ciotola grande, mescola l’aglio tritato, la scorza di limone grattugiata, il rosmarino fresco, l’olio d’oliva, sale e pepe.

Immergi l’agnello nella marinata preparata, assicurandoti di coprirlo completamente con il condimento. Lascia marinare per almeno 30 minuti per far assorbire i sapori.

In una pirofila o teglia da forno, posiziona le patate a cubetti. Disponi l’agnello marinato sopra le patate.

Copri la teglia con carta stagnola e inforna. Cuoci per circa 1,5-2 ore, togliendo la carta stagnola durante l’ultimo tratto di cottura (circa 20-30 minuti) per far dorare la superficie dell’agnello.

Assicurati che l’agnello sia cotto a puntino e le patate siano tenere quando le infili con una forchetta.

Servi l’Agnello al Forno con Patate alla Leccese caldo, tagliandolo a fette sottili e accompagnato dalle patate arrostite.

L’Agnello al Forno con Patate alla Leccese (detto: auniceddhru allu furnu) è un piatto ricco e aromatico, perfetto per le festività natalizie del Sud Italia, solitamente abbinato a un Negroamaro oppure a un buon primitivo di Manduria.

Img da risorse gratuite – Testo by IlPumoGiallo©

Spread the Love and Like if you love!
- Published posts: 13

Tiziana, mamma digital, scrivo per i blog da quando hanno visto la luce. Eclettica, appassionata, innamorata dell'arte e della sostenibilità, scrivo storie di recupero e riciclo, di ecoturismo e cucina inclusiva.