92 views 17 min 0 Comment

Smart Cities o Città dei 15 minuti, umanità, connessioni e fantascienza

- Luglio 7, 2023

Per chi ancora non si è posto il problema o non vede cosa sta accadendo intorno a sé, cercherò di spiegare le motivazioni che stanno dietro a quelle che si definiscono Smart Cities o Città dei 15 minuti.

Gli osservatori più attenti hanno iniziato a vedere da qualche mese dei cambiamenti nelle loro città: dalla viabilità modificata alle costruzioni di centri commerciali sempre più vicini ai centri abitati. Hanno, quindi, cominciato a porsi delle domande per comprendere il perché di questi cambiamenti.

Il Progetto della Città dei 15 minuti o Smart Cities

Si tratta di un ambiente urbano, all’interno del quale sono presenti tecnologie di sorveglianza. Il loro utilizzo all’interno di questo ambiente è quello di raccogliere dati, persino i più intimi, per monitorare e registrare tutti i dettagli di ogni cittadino.

Questa sorveglianza onnicomprensiva è giustificata come l’unica strada per salvare il pianeta dal cambiamento climatico, garantendo una vita connessa, sicura e sana. Nel nuovo modo di vedere le città nel prossimo futuro, e anche i rapporti umani, si parla di connessione. Non esistono più i rapporti umani e le relazioni sociali ma si parla solo ed esclusivamente di connessione.

Tutto è trasferito in linguaggio tecnologico ma attenzione, la tecnologia non è perfetta. Se dovesse mancare la corrente, se si verificasse un guasto, questa decantata connessione dove finirebbe? Ci hai mai pensato?

In un click, volontario o involontario, il genere umano non esisterebbe più, non potrebbe più fare la spesa, sarebbe impossibile pagare le bollette. La vita come la si conosce ora sarebbe spazzata via. L’alluvione in Emilia Romagna ci ha dato un assaggio di quello che potrebbe diventare la vita dell’umanità, qualora si accetti questo nuovo sistema di controllo sociale

.

Smart Cities o Città dei 15 minuti
Fonte: Twitter

Gli Spostamenti Nelle Smart Cities o Città dei 15 minuti

Gli spostamenti saranno consentiti entro un perimetro determinato, ovvero 15/20 minuti dalla propria abitazione. Per questo motivo si parla delle Città dei 15 minuti. Questa idea viene promossa, giova ricordarlo, con l’intento di salvare il pianeta dai cambiamenti climatici.

Vi è un controsenso nella “nobile” causa promossa dal World Economic Forum (WEF). Per fare questo si stanno tagliando gli alberi (che ci forniscono l’ossigeno e assorbono la CO2 ) ed è sotto gli occhi di tutti la continua cementificazione di ogni centimetro cubo di Madre Terra. 

È in atto una snaturalizzazione della stessa per il nostro apparente benessere ma la stiamo violentando con la scusa di salvarla.

Come si legge nella dichiarazione Universale dei diritti di Madre Terra:

[…] Madre Terra è fonte di vita, alimento, insegnamento, e che provvede a tutto ciò di cui abbiamo bisogno per vivere bene; Riconoscendo che il sistema capitalista e tutte le forme di saccheggio, sfruttamento, abuso e inquinamento hanno causato grande distruzione, degrado e oltraggio alla Madre Terra, mettendo a rischio la vita così come la conosciamo, a causa di fenomeni come il cambiamento climatico […]

Ebbene sì, Madre Terra è un essere vivente, che come noi è energia e ci consente di vivere al suo interno e ci dona tutto ciò di cui abbiamo necessità. Noi siamo solo degli ospiti e dovremmo prenderci cura di Lei e ringraziarla per i doni che ci concede.

Abolizione delle Libertà Fondamentali

L’uomo per diritto di nascita è libero ma nel corso della storia gli è stata negata questa sua prerogativa. Il linguaggio è uno dei mezzi usati per manipolare le menti. Per far accettare determinate soluzioni, si introducono dei termini che vengono fatti diventare di uso comune. Nel tempo si creano delle credenze che portano a reputare che quella via sia l’unica strada, quella più giusta per l’evoluzione.

Oggi stiamo raggiungendo la follia con l’idea delle città dei 15 minuti, che ci porterà ad avere tutto nella breve distanza e a vivere “connessi” in una sorta di campo di concentramento a cielo aperto. Per gli spostamenti maggiori, si dovranno ottenere dei permessi.

Il 30% delle aree naturali verrà chiusa, per invogliare la gente a rimanere nel proprio spazio, e le realtà virtuali, come il Metaverso, diventeranno le alternative per passare il tempo. Ognuno di noi potrà godersi la vita in un regno virtuale, chiuso a casa. E il lavoro? Ci sarà lo smart working o ci saranno delle soluzioni pensate per svolgerlo direttamente nello stesso quartiere di residenza.

Questi scenari non ti ricordano i lockdown della pandemia? Erano solamente delle prove generali per quello che le élite finanziarie vogliono diventi la nuova normalità. E piano piano, nel quasi completo disinteresse della popolazione mondiale, è quello che si sta verificando.

Ti sei chiesto, ad esempio, il motivo della crescita esponenziale di centri commerciali, uno accanto all’altro nello stesso paese? Non vedi che la viabilità nelle grande città e nei paesi viene modificata? Ti sei chiesto il motivo?

Tecnologia 5G e 6G, il nucleo centrale delle Smart Cities o Città dei 15 minuti

Il cuore delle città dei 15 minuti sarà il 5G e il 6G. Per questo motivo ogni individuo dovrà avere questo tipo di tecnologia. Capisci il motivo per cui tutti gli esseri umani sono spinti verso questo tipo di scelta? Attraverso questa tecnologa leggeranno i pensieri di ogni soggetto ma potranno anche inserire pensieri ed emozioni a loro piacimento.

La nuova forma di ricchezza saranno i dati, che verranno raccolti attraverso la popolazione. Ogni giorno chi è al comando inventa soluzioni, e contrattempi, per invogliare ogni singolo individuo a spostare tutta la sua vita nel digitale (acquisti, uso della moneta digitale, portafoglio digitale, etc).

I Dati E Il Sistema Di Controllo

E con questi dati cosa faranno? Si attuerà un sistema di controllo, mai visto nella storia dell’umanità. Il sistema sta facendo in modo che ogni persona presente sul pianeta fornisca in modo volontario i propri dati. Il loro compito è quello di monitorare e valutare il  comportamento di ogni singolo individuo. Il tutto sarà convertito in un punteggio, che prenderà il nome di credito sociale .

Questo punteggio darà diritto, o meno, a determinati privilegi. Se non si sarà d’accordo con questo sistema schiavista, la vita sarà molto dura. Disobbedire o criticare il sistema, porterà alla riduzione delle spese dei dissidenti e questi ultimi vedranno bloccati i loro accessi a tutti gli aspetti della società.

Cina: banco di prova per il credito sociale e il riconoscimento facciale

Per quelli che pensano al complotto, basta guarda il modello cinese . Questo paese è stato designato come il banco di prova per questa forma di credito e per il riconoscimento facciale, se funzionerà, verrà esportato in tutto il mondo.

Già durante la pandemia del 2020 molte nazioni hanno sdoganato gli ID digitali e l’uso di valute digitali. Inizi a comprendere il disegno di questa struttura ai limiti del diabolico?

Smart Cities o Città dei 15 minuti, Dati, Microchip

In questo contesto possiamo, e dobbiamo, collocare quanto Elon Musk ha comunicato qualche settimana fa. La start up Neuralink, che fa capo al manager di Twitter, ha ricevuto il via libera dalla Food and Drug Administration (o Fda, ente regolatorio della salute pubblica statunitense) ad effettuare i test per impiantare i primi microchip nel cervello umano.

In questo modo è sempre più vicino il concetto discusso presso la Camera dei Deputati già nel 2020, ossia il Transumanesimo. L’uomo deve diventare un ibrido, un cyborg che integra determinate tecnologie e questo è l’inizio di questo cammino. Mediante il microchip verrà interpretata l’attività cerebrale del cervello, operazione che può avvenire sia in entrata sia in uscita.

Vittorio Colao, ex ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale nel governo Draghi, in un video del 2020  aveva già posto le basi per i concetti relativi al 5G, al riconoscimento facciale, alla remotizzazione di qualunque servizio (compresa la possibilità di iniettare dei farmaci). Le sue parole a quasi 3 anni di distanza provocano sconcerto. Definì il 5G come la possibilità di trasmettere più dati in modo più rapido.

Alla luce di tutto questo, come deve essere interpretato l’incontro di Elon Musk con la premier Meloni a Palazzo Chigi di qualche settimana fa?

Smart Cities o Città dei 15 minuti
Fonte: Twitter

Il Portafoglio digitale Europeo

Nell’ottica del controllo è da inserire anche il Portafoglio digitale Europeo, che permetterà di effettuare transazioni, anche di pagamento, in modalità elettronica. In questo modo si aboliranno i contanti e le carte di credito.

In mancanza di corrente, come già accennato, i servizi non funzioneranno e tutte le normali attività quotidiane, che ora si svolgono in automatico, rimarranno ferme. La cosa più grave è che, in casi estremi, se non sarai d’accordo con il sistema, quest’ultimo con un click spegnerà la tua identità digitale e tutto ciò che a essa è collegato. Tu non esisterai più e non potrai fare nulla, neanche andare in un supermercato a comprarti un panino.

Unendo tutti i punti, il quadro dovrebbe essere completo. Il World Economic Forum (WEF) non a caso ha coniato uno slogan che evidenzia il loro scopo: Non avrai nulla e sarai felice, ossia sarai uno schiavo, non avrai più una tua identità, non avrai una casa, un lavoro, i soldi in contanti e dovrai vivere in un recinto come un animale.

Klaus Schwab e L’Agenda Dell’Editing Genetico Umano

Il fondatore del World Economic Forum (WEF), Klaus Schwab, è il promotore dell’agenda dell’editing genetico umano. Viene espressamente detto che si vuole cambiare il significato di essere umani. In che modo questo verrà fatto?

In tutte le Smart Cities o Città dei 15 minuti saranno messi sui lampioni che illumineranno le strade delle particolari luci a LED. Questa tipologia di luci sarà in grado di manipolare il genoma umano. Esso potrà essere attivato e disattivato con queste luci, le quali possono anche attivare l’mRNA presente nel corpo umano. Online ci sono numerosi studi scientifici in merito.

Fonte: Maddalena Loy, Twitter

Per i più attenti il siero genico sperimentale per contrastare il COVID19 è a mRNA. Vi è per caso una collegamento tra le due cose? L’insistenza con cui sono state portate avanti le campagne per iniettare questo siero all’intera popolazione mondiale, qualche dubbio lo fa nascere.

Yuval Harari: la separazione delle élite finanziarie dall’umanità

A riprova di quanto scritto ci sono le dichiarazioni di Yuval Harari, il consigliere del WEF. Egli afferma che le élite finanziarie si vogliono separare dall’umanità. Questo sarà fatto modificando il genere umano da un punto di vista genetico. Loro puntano a diventare superiori rispetto all’uomo, creando l’Homo Deus. Si sentono e vogliono essere esseri divini o addirittura dei. Se vuoi approfondire l’argomento qui trovi il libro di Harari.

Questa realtà potrebbe essere la trama di un film di fantascienza, ma andando a ricercare attentamente indizi e azioni concrete è quello che sta accadendo. Analizzando pensieri e azioni di personaggi come Bill Gates, Barak Obama, di organismi politici quali le Nazioni Unite, il World Economic Forum e di altri organi appartenenti alle élite globalista si vedrà come questi sviluppi sono in divenire ora. Lo ha affermato Klaus Schwab a Dubai, in un vertice del governo mondiale.

Il risveglio dell’umanità

L’essere umano deve recuperare il suo ruolo centrale, compresa la propria spiritualità. Nel corso dei decenni c’è stato un sapiente lavoro manipolatorio per allontanare l’uomo dalla sua sfera spirituale e introdurlo in un mondo consumistico, in cui il caos regna sopra ogni cosa.

Occorre che ogni individuo si risvegli da questo sonno profondo e recuperi la sua dimensione sacra. Essendo un progetto mondiale, tutti i popoli sono coinvolti e occorre unirsi per far in modo che questo progetto diabolico fallisca. Lo scopo dell’élite globalista è chiaro, i loro progetti sono ormai posti alla luce del sole. Bisogna aprire gli occhi e unirsi per far fronte comune.

Noi siamo il 99% della popolazione e loro solo il 1%. Chiedetevi il motivo per cui cercano di dividere i popoli in due fronti, come se stessimo giocando una partita di calcio. Patti Smith nel 1988 cantava People have the Power (La gente ha il potere).

Se questo potere vuole essere annullato dalla tecnologia e dal suo uso spropositato, deve essere un potere potente. L’essere umano è co-creatore della sua esperienza e della sua realtà, ma non viene approfondito questo aspetto. Anzi si sta cercando di fare di tutto per annullarlo. Chiediti il motivo. Fatti delle domande, ricomincia a pensare in modo critico, prenditi le tue responsabilità e sarai libero.

In conclusione

Questo articolo vuole essere uno spunto di riflessione, a prescindere dal pensiero personale. Che si creda in Dio, qualunque esso sia, o nelle leggi universali, sono entrambe forze esterne e non governabili dall’uomo. L’essere umano deve lottare per mantenere la propria conformazione, che non è solo corpo ma anche anima e spirito.

Il voler azzerare la vita degli individui e la loro identità per trasferire il tutto nel mondo virtuale, è un azzardo e, prima o poi, il conto che si dovrà pagare sarà salato.

Spread the Love and Like if you love!