202 views 5 min 0 Comment

Su meta sbarca Threads, antagonista di Twitter

- Giugno 23, 2023

Su Meta sbarca (a breve) Threads, conosciuto fino ad ora tra gli addetti ai lavori solo con il suo nome in codice: Project 92. Il sito di informazione tecnologica The Verge ha visionato dei documenti interni della compagnia che gestisce Facebook e Instagram, confermando che Meta sta lavorando a una app che si basa su aggiornamenti testuali.

Threads è il nome definitivo dato in attesa del suo lancio sul mercato ed è la risposta al social network di microblogging di Elon Musk, Twitter.

Threads: Meta annuncia il suo arrivo

Meta ha annunciato l’ingresso di un nuovo social nella sua grande famiglia. La nuova piattaforma utilizzerà ActivityPub, un protocollo decentralizzato usato per le reti sociali (Gnu Social e Mastodon), in modo da interagire con le altre piattaforme.

Gli utenti che useranno questo nuovo social potranno usare dei propri server o, in alternativa, quelli messi a disposizione di Meta (o altri provider).

Threads si potrà sincronizzare con l’account di Instagram. Per accedere alla nuova applicazione si potranno usare le credenziali di quest’ultimo social. Questa modalità permetterà di:

visualizzare e mettere i commetti alle storie di Instagram;

mettere like;

rispondere ai post e ripubblicare.

La comodità sarà quella di poter passare in modo agile e veloce da un account all’altro, portando con sé anche i propri follower. Si potranno fare tutte quelle attività proposte da Twitter.

Su meta sbarca Threads
Img base creata con IA

Su Meta sbarca Threads: disponibile a livello globale entro l’estate

L’app in questo momento è in fase di test. Alcuni Paesi stanno procedendo a questa operazione, per offrire un prodotto sicuro. Secondo la testata Bloomberg, i test dovrebbero concludersi nel mese di giugno. Si ipotizza la sua diffusione definitiva a livello globale entro l’estate del 2023.

📍LEGGI ANCHE:  Gigi Proietti, addio ad un pezzo di Arte

Ci sono sul web le prime immagini delle schermate di Threads. È un’app minimalista (come del resto lo è Twitter!). Sono state pensate, nella barra in basso, 4 icone essenziali, che danno l’accesso alle relative sezioni. Nell’ordine consentiranno all’utente di: creare un nuovo post, visualizzare i feed degli utenti seguiti (il feed si potrà vedere anche nella cronologia), entrare nel storia di Instagram e accedere al proprio profilo personale.

Una caratteristica importante riguarda il feed per gli aggiornamenti testuali. La lunghezza massima sarò di 500 caratteri (Twitter ne ha solo 280) e potrà contenere commenti, link, foto e video. Le conversazioni su cui si punta sono quelle impegnate, ossia quelle che hanno caratterizzato per moltissimi anni Twitter.

Per gestire il proprio account, la privacy e le preferenze basterà andare sulle impostazioni di Threads.

Threads: la fase dei testing e i vip coinvolti

Nella fase di testing di Threads sono state coinvolte moltissime celebrità, da vip affermati a influencer emergenti. Questi personaggi appartengono a diversi ambiti della società. I nomi che sono trapelati sono: Dj Slime, il Dalai Lama e Oprah Winfrey.

Meta, a partire da marzo 2023, avrebbe dato la possibilità a queste celebrità di usufruire di una piattaforma da usare con le rispettive community. Le particolarità di questa piattaforma riguardavano la possibilità di scrivere news, aggiornare i propri status e condividere i pensieri con le persone che su quelle avevano gli stessi interessi. Nella condivisione era possibile comprendere anche il bacino dei propri fans.

Questo nuovo mezzo di comunicazione risulta essere affidabile, anche perché promette di dare battaglia ai bot e agli account fake. Questa caratteristica farà sicuramente acquistare punti a Meta, soprattutto sulla base dell’affidabilità e credibilità.

📍LEGGI ANCHE:  Vittorio Emanuele di Savoia, si spegne il figlio dell'ultimo Re di Italia

Chris Cox: Social che farà concorrenza a Twitter

Chris Cox, il chief product officer di Meta, ha definito Threads il social che farà concorrenza a Twitter. Con questa mossa Mark Zuckerberg punta ad accaparrarsi più utenti possibili, soffiandoli al suo concorrente Elon Musk e alla sua piattaforma. Nell’ultimo periodo Twitter ha ricevuto, per svariati motivi, molte critiche.

La nuova app del team di Mark Zuckerberg vuole essere un luogo sicuro, dalla gestione sana e affidabile. Una frecciatina alla cattiva amministrazione del suo rivale!

Img da risorse gratuite e IA – Testo by IlPumoGiallo©

Spread the Love and Like if you love!
- Published posts: 236

Sono nata nel '77, Avvocato e scrittrice. Appassionata di arte e musica, di letteratura e retorica, di storia e di filosofia, faccio della creatività lo svago dalle mie passioni. Amante delle parole in ogni loro forma, scritta e non scritta, mi piace scrivere perché, citando Cesare Pavese, riunisce le due gioie: parlare da solo e parlare ad una folla (Cesare Pavese, 4 maggio 1946).

Facebook
Instagram